Cerca
  • RC Aiuto Donna

Le donne hanno plasmato il mondo dell’auto


Al di là dei superati (e sempre meno meritati) pregiudizi sul rapporto tra auto e donne, pochi hanno contezza della profonda importanza del gentil sesso nel mondo dell’auto.

La prima persona al mondo a guidare una sorta di carrozza a motore fu proprio una donna, una certa Bertha. Nel 1888 si recò in visita dalla madre (circa 106 km) per promuovere il mezzo inventato dal marito che, dopo qualche tempo, iniziò a vendere auto. Il suo nome era Karl Benz, fondatore dell’omonimo gruppo auto (Daimier-Benz) attualmente il nono più importante al mondo. Fra l’altro pare che la moglie abbia dato qualche consiglio su come migliorare la vettura.

Le donne hanno contribuito in ogni ambito al mondo automobilistico tramite implementazioni fondamentali. Sul fronte della sicurezza Florence Lawrence introdusse, nel 1913, gli indicatori di direzione e i fanali stop mentre June McCarrol si impegno per inserire la linea di demarcazione fra le corsie a partire dagli anni ’20 del secolo scorso. Nell’ambito dei confort di guida alle donne si deve il brevetto del riscaldamento a bordo (Margaret Wilcox, 1893) e del tergicristallo (Mary Anderson, 1903).

Anche a livello dirigenziale il mondo femminile ha via via assunto incarichi sempre più importanti. Già nel 1895 Sophia Opel ereditò dal marito l’azienda di famiglia (produttrice di macchine da cucire poi biciclette) e la guidò verso il futuro. Lei e i suoi cinque figli, anche loro co-proprietari, iniziarono a produrre autoveicoli 3 anni dopo.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti