Cerca
  • RC Aiuto Donna

Donne e Corse

La vita è correre. Il resto è soltanto attesa (Steve McQuenn). L’interesse femminile verso il mondo dell’auto nella sua declinazione più radicale ed istintiva, le corse, ha portato negli anni alla creazione di eventi riservati. Nel 2019 è stata organizzata nelle Marche una corsa automobilistica di regolarità esclusivamente per equipaggi femminili, “Eva al volante”, al fine di scoprire ogni angolo di quella magnifica regione. Questo genere di iniziative coniugano un mix di passione, libertà in un contesto maestoso. Anche la Formula 1 ha fatto passi avanti in questo senso, cercando di abbattere le barriere e le resistenze del mondo maschile al concetto di donne e corse (donne ed auto in senso ampio). Infatti, sempre nel 2019, ha creato la competizione “W series”, mondiale di monoposto a ruote scoperte ad esclusiva partecipazione femminile. Sicuramente questi eventi sono stati pensati per facilitare la crescita di questo movimento che deve i propri albori ad alcune “pioniere”. È leggendaria la figura della svedese Ewy Roqsvist (foto). Dopo aver partecipato ad una gara di rally nel 1956 ottenne via via risultati sempre più importanti. Anche la categoria di massima espressione di questa passione, la Formula 1, ha accolto nella sua storia ben cinque partecipazioni rosa. La più rilevante fu sicuramente quella dell’italianissima Maria Grazia Lombardi, “Lella”, unica donna ad aver ottenuto punti iridati. Anche il motorsport di oltre oceano testimonia donne leggendarie. Danika Patrick, ritirata nel 2018, ha partecipato alle principali corse automobilistiche statunitensi dal 2005, ottenendo fra l’altro un prestigiosissimo successo nell'Indycar.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti